!--Tradedoubler site verification 1264796 -->

giovedì 26 marzo 2015

FASHION NEWS: ADIDAS SUPERSTAR SUPERCOLOR CAPSULE COLLECTION

Appena le ho viste in foto ho pensato "che figata! le voglio tutte!". Una palette di 50 colori per una scarpa degli anni 70, la Superstar di Adidas, che era stata da pochissimo rilanciata, con una operazione di marketing e sponsorizzazione tramite anche il mondo del blogging e di istagram. Una collezione elaborata con Pharrell Williams, per rendere ancor più di tendenza una icona dello street style. 



Potete vedere tutti i 50 colori disponibili sul sito ufficiale di Adidas, nella pagina dedicata alla collezione Superstar Supercolor e confrontarli tra loro, per scegliere quella che più fa per voi e da domani ordinarle sul sito ufficiale alla cifra di 100 euro... Io ovviamente sceglierei il lilla!



Io nel frattempo ho rispolverato dalla scarpiera le mie Superstar "Buenos Aires" che facevano parte di una edizione limitata dedicata alle città del mondo, uscita per il 35° anniversario.


Decisamente vintage, anche dopo un giro in lavatrice hanno mantenuto l'aspetto used. 

Per il momento non penso di comprarne delle altre, anche perchè ho addocchiato altro per quanto riguarda le sneakers, ma se potessi le prenderei tutte solo per fare un bellissimo display a casa!

venerdì 27 febbraio 2015

OUTFIT + ISPIRATION 15.05: CULOTTES

Già nella sfilata FW 12-13 i direttori creativi della Maison Valentino ci avevano visto lungo: i brmuda sarebbero tornati in voga. E così è stato, fino a scoppiare prepotentemente questo inverno, e ripresentarsi anche per la prossima stagione primavera estate.

Non le chiamano bermuda ma "Culottes", sono tagliati a metà polpaccio, a volte più su a volte un po' più giù, e a detta di molti stanno male più o meno a tutte. Anche alle modelle, perchè tagliano la figura e abbassano inesorabilmente. Ma son tanto simili a una midi skirt, quindi forse lo sforzo sta nel trovare la lunghezza e il taglio giusti per le proprie proporzioni e abbinarli in modo che le valorizzino.
Alle orientali la cosa non interessa granchè e le indossano con calza e sneakers (argh), ma il completo stampato è davvero delizioso.


Rendono molto bene anche con un bel maglioncino corto che bilancia le proporzioni, e con una scarpa a punta che da quel tocco "affusolato" che manca.
Personalmente mi piacciono con una scarpa col tacco non troppo sottile.


Un po' troppo pesante invece il "tutto over" con inclusa caviglia coperta, che ingoffa.


Tranquillamente riutilizzabili anche in primavera\estate, fanno la loro figura con un crop top.


Io li ho indossati così, anche se la mia fisicità è proprio una di quelle a cui questi pants andrebbero categoricamente vietati. Ma che ci posso fare, a me se una cosa piace piace. E se volete qualche altra idea su come indossarli visitate questo post di Ave.





martedì 24 febbraio 2015

WISHLIST 2015.01: FORMAL RED

Dopo aver visto questo video sono rimasta letteralmente fulminata dal completo rosso di Gianna. Lo voglio. Lo devo avere.


Come sempre quando mi fisso su una cosa particolare, so già che non la troverò. La mia ricerca sembrava di essere giunta a un punto in brevissimo tempo quando nel mio navigare su Asos sono incappata in questo completo. Bello bello, messo nella wishlist in attesa di fare un ordine, oggi mi sono resa conto che il pantalone è inesorabilmente terminato. Finito, esaurito, kaputt. Che poi forse a guardarlo bene questo era un rosso un po' troppo fiammante. 


Sono infinitamente triste, devo fare una bella ricerca per riuscire a trovare un completo degno (in rosso ovviamente) ma a un prezzo accessibile. Intanto ho visto questa giacca di River Island, ma purtroppo manca il pantalone, e in questi colori è difficilissimo fare uno spezzato bello. Perciò devo armarmi di pazienza continuare a cercare. 




Nel frattempo vi posto qualche immagine di ispirazione di rosso+rosso, perchè l'effetto gabibbo è dietro l'angolo.









venerdì 13 febbraio 2015

RI-SCATTI: MOSTRA AL PAC

Domenica io e Mister C. mossi da una giornata meravigliosa siamo andati a fare un giro al PAC, per visitare la mostra fotografica Ri-scatti nata da un concorso-percorso patrocinato dal comune di Milano. 
Questa iniziativa ha formato tredici senza fissa dimora all'arte\lavoro della fotografia, aprendo al vincitore del concorso le porte di uno studio fotografico, e quelle di una nuova prospettiva di vita, una strada alternativa alla strada. 

Nelle fotografie io personalmente ho visto un mondo sconosciuto, a cui non è facile avvicinarsi, ma che, a differenza di quanto potrei ragionevolmente pensare, ha scatenato in me non repulsione ma curiosità. La vita è un caleidoscopio di accadimenti, sentimenti, spazi e tempi che in questa mostra sono perfettamente rappresentati. 



La mostra è gratuita, ed è aperta fino al 15 gennaio. Dopo la mostra se siete accompagnati da bambini potete godervi il parco della Villa Reale, a cui è consentito l'accesso agli adulti solo se accompagnati. Noi, non avendo i requisiti necessari, abbiamo chiesto di poter entrare giusto per scattare qualche fotografia e devo dire che è molto carina l'idea di uno spazio "protetto"per i bimbi.









giovedì 29 gennaio 2015

OUTFIT 15.04: LESS IS MORE



Molto spesso mi concentro a pensare in quale modo "creativo" posso abbinare i capi che ho. Molto spesso infatti rischio di lasciare che la pigrizia si impossessi di me e di indossare le cose sempre allo stesso modo. Però a volte la semplicità è la scleta migliore, e un bell'outfit si compone semplicemente abbinando accessori e pettinatura nel modo giusto. Del resto con jeans e pull nero in lana è difficile sbagliare. Mi piacerebbe trovare anche il jeans dalla vestibilità boyfriend giusto per me, che non mi ingoffi, per discostarmi dal mio amato skinny.

Del resto lo diceva Mies e lo pensava pure Coco Chanel: meglio togliere gli orpelli inutili e concentrarsi sulla composizione. L'esercizio dell'equilibrio premia sempre.

 

 

domenica 18 gennaio 2015

OUTFIT 15.03: COLLEGE GIRL

Prima era la scuola, poi l'ufficio. Ogni giorno indossiamo qualcosa che ci faccia sentire a nostro agio, interpretando il mood del momento: la brava ragazza, la donna in carriera, la fashionista trendy. In fondo amo la moda proprio per questo, posso essere ogni giorno una me diversa, ma in fondo sempre io. Se mi incontri e sono vestita comoda molto probabilmente sono stanca. Se ho le scarpe basse magari è un giorno intenso, con molte commissioni e molti giri da fare. I miei abiti parlano di me.

First at school, noe at office. Every day we dress up to stay comfy, to show the world around us our feelings and mood: the good girl, the rising woman or the trendy fashionista. This is the readon why I'm fashion addicted; I can be a sifferent person every day, without change myself. If we meet on the street and I'm wearing sweatpants probably I'm tired. If I'm wearing flats probably it's a very hard day. My dresses tell you who I am. 




mercoledì 14 gennaio 2015

OUTFIT 15.02: CONTEMPORARY TAILLEUR

La parola "tailleur" o "completo" mi riporta sempre alla mia infanzia. Era la tenuta di lavoro di mia mamma che, pur essendo impiegata in una azienda con sede e ufficio amministrativo nella dimora dei proprietari, non ha mai rinunciato ad essere elegante e appropriata. 
Il completo, nella sua versione più classica e tradizionale, ormai lo usano solo le hostess e le receptionist degli hotel, è più una divisa e gli inseparabile blazer + pantalone\gonna si indossano mixando colori, tessuti e fantasie. 

Ultimamente, però, ho notato con immenso piacere che i completi stanno tornando alla ribalta, seppur rivisitati.  Ecco quindi indossata la mia new entry di Sportmax. Il problema è stato metterci qualcosa sopra: ho provato con un giacchino di pelle ma mi trasformava in un tronco, quindi dato che non vorrei prendere una bella influenza ci ho messo su il coprispalle, riesumato dal fondo di un cassetto chiuso dall'adolescenza. In realtà volevo metterci sotto la camicia nera, ma stamattina proprio non sono riuscita a trovarla. Magari prima di riproporvelo faccio pure accorciare il pantalone!

sportmax
Bolero | Phard
Top + pants | Sportmax



Colgo l'occasione per mostrarvi anche il cappotto e la borsa, new entry di questo inverno nel mio guardaroba. Il cappotto era una assoluta necessità e appena indossato è stato amore: morbido , avvolgente e caldo. 
La borsa invece l'ho tenuta per mesi nella wishlist di yoox, mentre cercavo anche offline una degna sostituta della Rockstud che ho venduto questa estate (le tante borchie mi erano venute a noia), ma alla fine mi sono decisa e l'ho presa, decretandone la supremazia anche sulla Selma di Michael Kors, che mi piace taanto ma è davvero troppo vista. Mi rendo conto che rispetto alla mia figura è una borsa enorme, ma per me non c'è mezza misura, o grande o mignon. 


Coat | Intrend
Top + pants | SportmaxBag | MyChoice


Bag | MyChoice